Maurizio Benedetti


Maurizio Benedetti è nato a Berna il 17-9-1968 e vive ad Ara Grande, frazione di Tricesimo (UD). Ha pubblicato nel 2006 la raccolta breve Lontano da chi ascolta per l’editore Sottomondo di Gorizia e, sempre per il medesimo editore, il libro So distruggere il mio dio nel 2008. Ha fatto parte della redazione della rivista «Corrispondenze & Lingue Poetiche» edita negli anni ‘90 dalla Kappa Vu di Udine e partecipa con continuità a letture pubbliche dei suoi testi. È direttore Artistico del Festival di poesia “PoetARE”, che si tiene annualmente dal 2008 ad Ara di Tricesimo. Nel 2009 ha vinto il “Trieste poetry slam” e si è classificato secondo assoluto al Premio Nazionale di poesia per inediti “Ossi di seppia” che prevede la pubblicazione su antologia per i primi quattro autori classificati.


Poesie:


DALL’IMMOBILE ALL’ETERNO

Dentro gli occhi di un insetto

si deforma la città. Le rose

in controluce ricopro
no
i palazzi di un infimo

respiro.
         
Tra dense gramigne

e vecchi bauli, sullo sfondo della calce

abbandonata dai topi, inseguivo

relazioni dall’immobile
all’eterno
e ho ridotto il mio respiro

a uno specchio senza fine.

PREMANTURA

Una chiesa color caco

con il santo sulla svolta

e il vetro lavorato

dai venti di pineta. Si va verso
Premantura, tra boschi e dirupi

dove inciampa il mare.
                              
Case bianche

sulla piazza,
strade arse dell’inganno.

Nessun commento:

Posta un commento